koinè ONLUS     koinè ONLUS    
Arcore (MB)
Tel. 1: 339.468.92.99
Tel. 2: 389.460.92.52
info@koineonlus.org

Elenco articoli

1 Lutto nel mondo della Riabilitazione Equestre
2 Arcore x Te
3 Koinè: dal 2003 al Servizio della Comunità
4 Trasferimento Attività
5 Divertiamoci a sei zampe
6 King - Cavallo speciale
7 Teddy, il cane maestro
8 Zander scappa di casa
9 Ringraziamenti donazione di attrezzatura
10 Cdi L'Arca compie 10 anni
11 Emergenza per "Pulce"
12 Koinè in Festa 2012
13 Ringraziamenti
14 17 Ottobre 2008: Ciao Bardos
15 Grande Successo - Volontariamo 2011
16 Cavalli A Milano 2011
17 Koinè a "Volontariamo 2011"
18 Koinè in Festa!
19 Trasferimento riabilitazione equestre
20 Bambini ed animali domestici
21 P.A.A. - Esperienze Europee
22 Onoterapia a Villa Luisa
23 Si è svolta "Volontariamo 2010"
24 Parlano di noi
25 Koinè in festa!
26 Importanti novità
27 Il punto sulla terapia con il mezzo del cavallo
28 Premiati i volontari Koinè!
29 Protocollo d'intesa ANIRE - ENGEA
30 La storia di Lucy: dal canile alla Pet Therapy
31 Abruzzo: è tragedia anche per loro
32 Consigli a quattro zampe
33 Da gennaio 2009 a Burago Molgora

Koinè-giornale

17 Ottobre 2008: Ciao Bardos
Autore: Diego Meda
Argomento: Amici animali

17 ottobre 2008 mattina, telefona Paola: Bardos č morto, una coltellata. Dopo tre anni mi piace ricordarlo, con poche parole, senza retorica . Per me č stato e sarā sempre “il cavallo”, č stato un ponte con il lato nascosto delle cose. Era nero o gių di li, aveva una stella bianca asimmetrica sulla fronte, due occhi vivi ,da canaglia ,un carattere che a volte si faceva sentire e che poteva diventare poco “confortevole”, bisognava sempre stare un po' in guardia con lui , con tutti i cavalli in genere, ma con lui in particolare. Aveva la mania di infilarsi a fionda nelle porte aperte; i primi tempi quando non lo conoscevo bene una volta mi ha fatto vedere i sorci verdi ma era anche un cavallo molto intelligente e con i ragazzi era affidabile, sembrava avesse consapevolezza del suo ruolo.

Ricordo le musate a spingermi avanti, le frustate che mi tirava con la coda quando gli pulivo i piedi, l' insistenza quasi fastidiosa di sfilarmi col muso gli zuccherini che avevo in tasca e ...basta cosė se no la faccio lunga. Ricordo anche purtroppo quando sono andato a trovarlo gių al lambro che stava male ma si č alzato , lucido di sudore, faticava a reggersi, nel girarsi ha sbattuto il muso contro la parete del box, aveva vertigini penso, non era riuscito a venire da me ma mi piace pensare che lo aveva fatto per salutarmi.

Ciao bestiaccia

Diego


17 Ottobre 2008: Ciao Bardos

www.koineonlus.org - Crediti - Hosting su piattaforma Apache - Scrivi al Webmaster